Storia dell’ offerta di fiori alla Madonna di Pilar

Il popolarmente conosciuto come “Ofrenda de Flores de la Virgen del Pilar” è un incontro culturale che è tenuto principalmente dalla popolazione della città di Saragozza, nel quale partecipano anche le comunità provenienti da altre zone della Spagna, dal mondo, così come le associazioni, gli abitanti della regione di Aragona, ecc. E’ un incontro relativamente recente iniziato a metà del XX secolo.

Gli inizi dell’offerta di fiori della Vergine del Pilar

A partire dagli anni Quaranta nel XX secolo, ogni 2 gennaio e ogni 12 ottobre, la Santa Cappella della Vergine del Pilar (Santa Capilla de la Virgen del Pilar) veniva decorata con fiori per celebrare il giorno dell’avvento della Vergine Maria sul Pilar e le feste patronali della città di Saragozza.

Quando fu la prima offerta alla Vergine del Pilar

Fu nel 1958 quando l’Assessore alle feste, Manuel Rodeles, introdusse nel programma ufficiale l’Offerta dei Fiori alla Vergine del Pilar, affinché la popolazione potesse compiere l’atto dell’Offerta in modo strutturato, iniziando così una tradizione di crescita fortemente radicata oggi.

La prima offerta avvenne il 12 ottobre 1958, con una replica della Vergine Maria posta sulla facciata della Basilica del Pilar.

All’ evento perteciparono circa 2.000 persone, dove il Comune collococò diverse migliaia di garofani oltre al contributo popolare; negli anni successivi l’ attività aumentò nel giorno dell’ offerta e nel 1965 oltre 5.000 persone parteciparono all’ offerta di fiori. Nello stesso anno, la Festa del Pilar fu dichiarata”Festa d’Interesse Turistico Nazionale”.

L’offerta di fiori alla Madonna, una tradizione profondamente radicata

L’Offerta dei Fiori alla Vergine del Pilar, essendo diventato l’atto principale della Feste del Pilar per volume di partecipazione dei cittadini in un unico atto e per volume di presenza di persone a testimoniare l’atto, superò nel 1980 le 50.000 participanti che realizzarono l’offerta.

L’offerta di fiori alla Madonna del Pilar nei nostri giorni

Un cambiamento importante nello sviluppo dell’Offerta di fiori della Vergine del Pilar fu nel 1988, l’iniziativa del regista Bigas Luna, che collocò la replica della Vergine del Pilar al centro della piazza e grazie al quale guadagnò la vistosità e il volume del manto di fiori che circonda la Vergine del Pilar il giorno dell’ offerta, 15 metri di altezza, 55 metri di profondità e 18 di larghezza.
Attualmente, ci sono più di 300.000 participanti ogni anno, nelle 12 ore di durata dell’Offerta di fiori alla Vergine del Pilar.

La Croce Lorena sul manto di fiori della Vergine del Pilar

Il manto di fiori della Vergine del Pilar, nella sua parte superiore, è formato da un manto di fiori che dà forma alla Croce di Lorena, simbolo mondiale della lotta contro la tubercolosi, offerto dall’attuale Associazione della Croce di Lorena, formata dal personale dell’Ospedale Royo Villanova e da amici.

L’aspetto del manto nel giorno dell’offerta è sempre presieduta dall’immagine della Croce di Lorena sul manto dove sono collocati tutti i fiori dell’offerta popolare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.